Siete in Queensland e una delle vostre tappe è Whitehaven Beach nell’arcipelago delle White Sundays ? In questo articolo tutte le informazioni utili per la vostra gita!

Se non proprio il paradiso almeno un parte di esso si trova nell’Australia nord orientale, ben  nascosto tra la barriera corallina e le isole dell’arcipelago Whitsundays, sto parlando ovviamente di: Whitehaven Beach. 

Le Whitsundays sono un arcipelago di 74 isole bagnate dalla grande barriera corallina australiana, la maggior parte di esse non è abitata e vanta una natura incontaminata e selvaggia. Alcune di esse invece furono in passato abitate dagli aborigeni, che per procurarsi il cibo erano costretti a viaggiare per decine di km vista la scarsità di fauna, come testimoniano i disegni trovati all’interno di alcune rocce. 

Il Capitano Cook scoprì l’arcipelago nel giorno di Pentecoste, che in Gran Bretagna prende il nome di Whitsunday, ecco svelato il perche del loro nome. 

Oggi sono una delle mete più ambite del Queensland e di tutta l’Australia.

WHITEHAVEN BEACH

Lo spot più  famoso dell’arcipelago è sicuramente Whitehaven Beach, la sua immensa spiaggia, eletta tra le più belle al mondo, è un alternarsi di acqua cristallina e sabbia bianca in maniera innaturale essendo composta al 99% di silice vulcanica.

Oltre a camminare nella sabbia bianchissima per 7 km, potete sfruttarla anche per :

-lucidare i gioielli

-pulirvi i denti

-fare uno scrub corpo!

Il modo migliore per ammirare Whitehaven è dall’alto dell’HILL INLET LOOKOUT  , da qui si ha una visuale perfetta e sappiate che quando scatterete una foto sarà UNICA, perchè? La spiaggia e il colore dell’acqua  cambiano conformazione ogni 45 minuti!

Curiosità: lo stato australiano per incrementarne il turismo ha pagato 20 milioni di dollari alla Disney per far si che Whitehaven fosse una delle location di Pirati dei Caraibi 5! 

COME RAGGIUNGERE LE WHITSUNDAYS 

Le Whitsundays sono raggiungibili per via aerea o marittima, essendo straordinarie anche dall’alto molti visitatori scelgo di sorvolarle e ammirarle direttamente dal cielo, potendo cosi vedere anche la famosa Heart Island l’isola a forma di cuore.

C’è invece chi preferisce visitare via mare, spostandosi da un’isola all’altra navigando la barriera corallina. 

Ed è proprio la barriera corallina arendere queste isole ancora più speciali, la maggior parte dei tour offrono infatti la possibilità di fare snorkling nella Great Barrier Reef e visitare le isole. 

Il punto di attracco più sfruttato per scoprire le Whitsundays è Arlie Beach, una cittadina di per sé adorabile, che offre sistemazioni di tutti i tipi, ristoranti di classe, pub con vista tramonto e una laguna a pochi passi dal mare. 

Per visitare le isole e nuotare nella Barriera noi abbiamo optato per un tour in giornata, 

rivelatosi più che soddisfacente. 

Abbiamo viaggiato con la compagnia Ocean Rafting, il tour che abbiamo scelto ha un costo di 164 dollari e include: 

-Partenza da Arlie Beach 

-Hill Inlet Lookout

-Whithaven Beach 

-Snorkling nella Barriera ( potete affittare la muta per 8 dollari )

-Rafting tra le onde ( pazzesco! ) 

Ma la cosa più bella non era organizzata, dovete sapere che nel periodo che va da maggio a settembre le balene migrano nella costa del Queensland ed è possibile avvistarle mentre  letteralmente giocano con i cuccioli nella barriera corallina, ecco noi siamo stati cosi fortunati da avvistarne diverse, fermando l’imbarcazione e godendoci uno spettacolo talmente emozionate e surreale che ancora stento a credere di averlo vissuto. 

Insomma se siete in Queensland questa è un esperienza che proprio non potete perdervi, però hey qui ne trovate delle altre!